Home Page
   
chi siamo
pianta della città
cenni storici
manifestazioni
numeri utili
trasporti pubblici
foto storiche
   
modulistica
regolam. comunali
   
cinema
British School
Irfo
soms. Garibaldi
univ. popolare

 


News / Iniziative / Primo Piano
  Al trofeo AIFAM quattro piccoli atleti dell’Oratorio arzanese, - 22/07/2016

"Il 10 luglio 2016 si è svolta, a Roma, la 4ª edizione del trofeo AIFAM (Associazione Istruttori Filippini Arti Marziali). All’evento hanno partecipato anche i piccoli allievi del Prof. Giuseppe Romano, ex campione del mondo ed attuale maestro di fama intercontinentale, recentemente premiato dal Sindaco De Magistris con una benemerenza ai meriti sportivi per essere stato l’unico karateka italiano ad aver allenato le nazionali di quattro diversi continenti. Al trofeo AIFAM i quattro piccoli atleti dell’Oratorio arzanese, il “San Ludovico da Casoria”, hanno ben figurato nella gara di Kata conquistando, in una folta ed agguerrita categoria composta da ben quaranta partecipanti di età compresa tra gli 8 ed i 14 anni: una medaglia d’oro con Alberto de Martino (di 8 anni) che esibendosi con tre diversi Kata per cinture nere ha raggiunto la finale ove ha battuto un fuoriquota filippino di 16 anni; una preziosa medaglia di bronzo, grande quanto un oro, con Graziano Raffaele, (di 8 anni), che seppur pratica il karate da meno di un anno è stato sconfitto solo in semifinale dal 16enne filippino. Infine, ma no perché meno importanti, sono da annoverare la medaglia d’argento conquistata nella gara di Kata a squadre dalla piccola Aiello Denise e quella di bronzo conquistata, sempre nel Kata a squadra, dal piccolo Errico Gabriele, entrambi già medagliati, rispettivamente con un argento ed un oro, all’ultima edizione del trofeo nazionale dei Sanniti svoltasi a Capracotta (IS), lo scorso 12 giugno."

  Fenomeno Kiton, da Arzano la moda maschile che fa impazzire gli Usa (e non solo) - 22/07/2016

Cinquanta i negozi monomarca aperti nel mondo, una sede a Manhattan con sartoria, showroom e negozio di tre piani. America, Giappone, Corea, questi i mercati dell’export di Kiton. Kiton ha chiuso il 2015 con un fatturato in crescita del 6% a 115 milioni di euro, confermando lo stesso trend di crescita per i primi 6 mesi del 2016, con una quota export dell’85 per cento. Oltre agli opening nella capitale francese e nel Principato di Monaco, Kiton ha svelato il suo nuovo concept a Tokio, nel quartiere dello shopping di Ginza. Lo store giapponese non sarà l’unico a far parte della strategia di internazionalizzazione: sarà infatti solo il primo di una serie di negozi che verranno realizzati in tutto il mondo seguendo il concept firmato da Michele De Lucchi. «Questo opening – ha dichiarato il ceo Antonio De Matteis – testimonia l’importanza che il mercato giapponese rappresenta per l’azienda napoletana. L’arte della Kiton incontra la cultura nipponica attraverso una architettura di avanguardia, che si sposa con l’eleganza e la ricercatezza del cliente giapponese. Quanto alla Russia, stiamo vedendo un forte aumento delle vendite locali, tanto che abbiamo appena aperto il terzo negozio a Mosca: i Russi viaggiano meno, ma continuano a comprare Kiton a casa loro, perché cercano la qualità, l’unicità, il vero made in Italy ». Nella collezione uomo per il prossimo inverno – il prezzo di un abito parte da 5-6mila euro e può arrivare a 30mila – spicca la novità del progetto termico Culto: tre giacche, tre cappotti e tre giacconi di impronta sartoriale, il cui interno mischia crine e lino con lana di vetro da coibentazione. Un’innovazione interessante a cui si aggiungono i capispalla con tessuti esclusivi, come quelli in quattro fili di cashmere delle vecchie maglie inglesi realizzati in drapperia: filati che subiscono i “lavaggi” con olio e sapone anziché con acqua». Sempre più importante la declinazione delle collezioni sia per offerta merceologica, con lo sportswear che vale ormai il 40% dei ricavi, sia per tipologia di consumatore. I più giovani chiedono l’abito formale, ma completamente destrutturato, mentre agli uomini più maturi piace vestire più casual, con denim giapponesi anche stampati a fiori e giacche fantasia.

  Arzano. Assalto all'ufficio postale, in azione la 'banda del taglierino' - 22/07/2016

ARZANO. La banda dei balordi colpisce ancora, dopo Mugnano e Giugliano i rapinatori del taglierino mettono a segno un altro colpo all’ufficio postale di Piazza dei Martiri ad Arzano. Il raid ieri mattina poco prima di mezzogiorno. Due giovani malviventi a volto scoperto con il cappellino che occultava parte del volto rispetto all’inquadratura delle telecamere di videosorveglianza hanno fatto irruzione nell’ufficio postale. A quell’ora non erano molte le persone inattesa di accedere ai servizi. Mentre uno si occupava di vigilare sull’arrivo di eventuali “intrusi” l’altro si dirigeva dietro gli sportelli, ed arraffava dal bancone quanto era possibile. Il bottino in corso di quantificazione non dovrebbe superare i 1500 euro. L’ufficio postale di piazza Dei Martiri è infatti un lay out, un ufficio progetto secondo moderne linee architettoniche ed arredato in modo tale da consentire un rapporto diretto tra utenti ed operatori degli sportelli. L’ufficio è vigilato ha 24 da un sistema di controllo che consente la registrazione di tutto quanto avviene anche all’esterno. L’ufficio dispone di un sistema di sicurezza per cui le banconote incassate allo sportello vanno direttamente al sicuro. I banditi che studiano grandi colpi mai si immaginerebbero di prendere di mira una banca o un ufficio postale dove se va bene, in relazione al numero degli sportelli si riesce a ricavarne, se tutto va bene 200 euro a sportello. L’ufficio postale di piazza dei Martiri ha infatti sei postazioni. I due banditi dopo aver razziato quanto era nella disponibilità dei sei operatori sono scappati facendo perdere le tracce. E’ subito scattato l’allarme e sul posto si sono tempestivamente portate le forze dell’ordine che hanno acquisito le immagini anche per verificare se fosse fondato il sospetto che gli autori di dueraid dell’altro ieri, a Mugnano e Giugliano possano essere gli stessi. Da Poste intanto fanno sapere che nonostante lo choc ed il ricorso allecure mediche, il personale dell’ufficio , onde evitare disagi ai cittadini ed utenti , questa mattina sarà regolarmente presente sul posto di lavoro.



Se vuoi ricevere nella tua casella di posta le novità pubblicate da Arzano.org iscriviti:

La Tua email:
La tua email sarà utilizzata ESCLUSIVAMENTE per inviarti NEWS




Garibaldi Notiziario della SOMS "G. Garibaldi"



 

 

Corsi di Lingua Inglese

dai 4

ai 90 anni

ARZANO

Via Pecchia, 081.7312678
Parco Elena

Corsi Microsoft MOS


La Graticola - Reg. Tribunale di Napoli n. 2317 - 15/04/1972 - Tutti i diritti riservati 2005/2006 - Powered by Netminds.it